Strategia opzioni binarie: uso dei canali

I canali sono un indicatore fondamentale nell’analisi tecnica. Vediamo uno in modo di capire bene l’argomento:

canale

Come potete vedere in un canale ci sono diversi punti di “resistenza” e diversi di supporto tutti sulla stessa trendline che può essere “orizzontale” o “obliqua”.

Questi canali possono essere usati in due modi:

  1. il primo è quello di comprare calls quando il mercato arriva sui supporti e comprare puts quando il mercato arriva sulle resistenze. E’ la strategia più semplice ed è quella che da il maggior numero di successi. Il successo di questa strategia dipende però anche dal mercato. Come vedete nell’esempio qui sopra abbiamo una falsa rottura e, in tal caso, a meno di aver comprato un’opzione molto lunga la vostra sarà andata in perdita. Ma se vedete negli altri 12 casi sarà stata un successo!
  2. la seconda è quella, detta di break-out, è quella che invece, prevede di comprare calls quando il prezzo rompe le resistenze o di comprare le puts quando il prezzo rompe i supporti. Si tratta di una strategia molto rischiosa e che vi sconsigliamo a meno che il movimento non sia così forte da rendere chiara l’inversione di trend.

Quindi si può utilizzare una linea di tendenza break-out per il trading sul mercato delle opzioni binarie.

Guardiamo, ad esempio, il titolo Deutsche Bank:

db

Come vedete il prezzo era in un canale poi ha rotto il canale ma anche se foste entrati li avreste avuto dei problemi: il prezzo a cui sareste entrati in una call sarebbe stato circa 12,50 mentre il prezzo avrebbe continuato a scendere nei giorni successivi. Ideale e, vera e unica conferma dell’uscita dal canale, è stato il pull back del prezzo sul canale e, solo dopo, abbiamo una vera e decisa risalita.

Due sono le cose fondamentali a cui dovete guardare prima di decidere se comprare calls o puts:

  1. cosa ha fatto il prezzo nel passato. Nel caso qui sopra il prezzo ha quasi sempre sentito la resistenza e, quindi, la probabilità che faccia la stessa cosa è molto forte. La storia ci dice molto su un prezzo!
  2. La situazione di mercato. Se il mercato è molto volatile ci sono più possibilità che il prezzo esca dal canale che non quando il mercato è stabile.

Se studiate bene un prezzo vi accorgerete di entrambe le cose e se non comprate opzioni troppo brevi il risultato è, in termini di probabilità, solitamente vincente. Nel caso di Deutsche Bank abbiamo avuto il classico segnale di conferma della rottura ossia il pullback che non avviene il giorno dopo ma dopo un po’.

Con Deutsche Bank, quindi, avreste dovuto comprare solo quando il prezzo avesse fatto il pull back e non prima!

 

Nel dettaglio avreste dovuto seguire questo trend di operazioni:

db2

Come vedete operando sul canale avreste fatto ben 6 operazioni vincenti consecutive!!!

Alla 7 avreste perso ma, visto cosa è successo dopo sul prezzo avreste capito che il prezzo stava uscendo dal canale e che quello era il momento di cambiare direzione, ma… non subito.

Bisogna attendere il pull back sul canale e comprare quando il prezzo torna lì!

Al massimo, se volete essere  un po’ più cauti, potete attendere che il prezzo rompa al rialzo il massimo che il prezzo ha fatto dopo l’uscita dal canale: nel nostro caso 13,50! Come vedete il line break out va utilizzato solo dopo che il prezzo ha dato chiari segnali di rottura altrimenti la cosa migliore da fare è quella di continuare a seguire il canale.

Un’altra importante condizione per valutare se il prezzo è o meno in un trend o ne sta uscendo è l’osservazione degli oscillatori. Se osservate il MACD, infatti, ha praticamente sempre “incrociato” dopo aver toccato la resistenza, mentre nell’ultimo caso questo incrocio non c’è stato se non fuori dal canale.

Il RSI, invece, è un po’ meno utile con i canali e, secondo noi, non dovrebbe essere utilizzato in questo tipo di strategia. Molto utili, invece, possono essere i volumi che di solito crescono quando siamo vicini ad un’inversione di prezzo: quindi se il prezzo ha raggiunto la trendline superiore o inferiore, di solito, i volumi crescono per confermare che un po’ tutti gli operatori sono orientati in quel tipo di trend.

Il nostro consiglio, comunque, è quello di studiare bene un prodotto per vedere se si muove in canali e vedere se questi canali hanno una durata coerente con il vostro orizzonte di investimento!

Migliori Broker Trading Binario testati dal Nostro Staff

Migliori broker opzioni binarie

Trader attratto da una moneta d’oro


Tutte le piattaforme presenti nella lista sono state testate del nostro Staff composto da Traders professionisti ed analisti finanziari.

BrokerRecensione*Caratteristiche*Fai Trading
#1Stockpair
Recensione Stockpair
Recensione Stockpair
Bonus del 100%!*
Deposito: 250,00$
Profitto: 85%*
Bonus del 100%!*
Bonus Esclusivo!

Attiva il Bonus!
Visita il Broker
#2BDSwiss
Recensione BDSwiss
Recensione BDSwiss
Sicuro e Affidabile!
Deposito: 100,00€
Profitto: 89%*
Conto Vip Gratis
Esclusivo!

Iscriviti Ora!
Visita il Broker
#3IQoption
Recensione iqoption
Recensione 24option
Conto Demo!
Deposito: 10€
Profitto: 91%*
Milioni di
trader in tutto
il mondo!

Vai al Broker!
Visita il Broker
#424option
Recensione 24option
Recensione 24option
Segnali Gratuiti!
Deposito: 250,00$
Profitto: 88%*
Broker più
utilizzato
al mondo!

Vai al Broker!
Visita il Broker
#5Broker ETX capital
Recensione ETX capital
Recensione ETX capital
Rischi limitati!
Deposito: 200,00$
Profitto: 85%*
Piattaforma
facile e intuitiva!

Vai al Broker!
Visita il Broker

*Si applicano termini e condizioni del Bonus | Gli investitori possono perdere tutto il loro capitale da trading di opzioni binarie.

*Importo da accreditare a conto in caso di commercio di successo.

N.B.:Tutti I Brokers elencati sono certificati e autorizzati in Italia dalla CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission).

*Legalità: Licenze e Autorizzazioni del Broker, CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission).
*Vantaggi e Bonus: Vantaggi o Bonus progressivi che offrono i Broker al primo deposito per Bonus si intendono Bonus pendenti.
*Guadagno: il valore percentuale massimo di guadagno che i Brokers offrono nel caso di negozio “In The Money”.
*Deposito minimo: l’importo del deposito minimo o il deposito minimo accettato dal broker per aprire un conto reale.
*Trade minimo: Il valore minimo di denaro accettato dal broker per aprire una transazione di mercato.
*Conto Demo: I Brokers elencati una volta effettuato il primo deposito permettono di negoziare con un conto demo, senza soldi veri.